Sammatrice e Mazza primi al Randello Cross


C’era grande emozione, a Punta Braccetto, per la quinta edizione del Randello Cross. Grande emozione per la partenza del primo concorrente, alle 18:30 spaccate: la gara articolata su 10,3 km era infatti a cronometro, con partenze distanziate di 20”, in osservanza delle disposizioni sportivo-sanitarie vigenti in questi giorni resi così difficili dall’ulteriore diffusione del Covid-19. E’ stata, quella siciliana, una bellissima serata di atletica, nella quale la stragrande maggioranza dei presenti ha mostrato grande attenzione e rispetto delle norme, godendosi due gare di notevole interesse.

Con la partenza a cronometro, viene meno la sfida “testa a testa” e bisogna soprattutto puntare sulla perfetta gestione delle proprie energie, con il tempo come unico riferimento. Una formula che alla fine ha premiato Daniele Sammatrice (Uisp Santa Croce) che ha impiegato 42’13” per completare il tracciato, precedendo in classifica la coppia della società organizzatrice Asd No al Doping Ragusa, con Gianluca Ciarcià secondo a 2’31” e Vincenzo Taranto terzo a 3’10”. In campo femminile prima posizione per Sabrina Mazza (Barocco Run) in 48’24” davanti a Claudia Finielli (Atl.Radio Centro) a 2’33” e a Simona Casabene (Asd no al Doping) a 6’10”.

Sono stati una settantina i partecipanti alla gara ragusana, inserita nel calendario Uisp Territoriale Iblei in convenzione con la Fidal. Fondamentale è stato l’apporto del Comune di Ragusa, con l’Assessore allo Sport Eugenia Spada presente alla manifestazione, ma anche dell’Azienda Forestale di Ragusa, del Bar la Sirena di Enzo Lo Vento che ha messo a disposizione i propri locali per la segreteria e l’Agenzia di Servizi di Carmelo Gulino. La quinta edizione del Randello Cross va in archivio in una modalità diversa dal solito, ma che ha lasciato in tutti un buon ricordo.