Enzo Taranto domina il Vulcano, a Scicli Letizia Tavormina è Bronzo di categoria e Giuseppe Blundo primo della squadra


Nella notte fra sabato e domenica si è corsa la terza edizione della Etna Extreme, la famosa 100 km del vulcano, cui hanno partecipato i nostri Enzo Taranto, Enzo Tidona, Salvatore Gianchino e Amalchide Occhipinti. Il forte atleta vittoriese Enzo Taranto ha vinto per la seconda volta di seguito sulla distanza dei 100 km fermando il cronometro a 10:16:10 e fissando il nuovo record di gara. Ottimi piazzamenti anche per Salvatore Gianchino, sesto con 12:26:06, Enzo Tidona nono con 13:15:15 e Amalchide Occhipinti 21esimo con 18:30:24.

Nella terza e ultima tappa del “Terre Iblee tour” 13 atleti No al Doping hanno partecipato a Scicli alla gara che è anche 8^ prova del Grand Prix provinciale Ibleo. Sulla distanza di 7,2 km ottimo risultato per Giuseppe Blundo che arriva decimo col tempo di 26:04, lo segue Antonino iozzia 21esimo con 26:52, Giovanni Cascone 26esimo con 27.23, Giulio Linguanti 30esimo con 27:44, Marco Noto 38esimo con 28:16, Salvatore Vassallo 39esimo con 28:16, Davide Guastella 43esimo con 28:50, Salvatore Candiano 56esimo con 29.55, Alenadro Aprile 57esimo con 30:04, Mirco Incardona 67esimo con 30:49, Fabio Cirignotta 76esimo con 31:47, Letizia Tavormina 94esima con 33:43 e Salvatore Cirnigliaro 109esimo con 35:26. Ottimo piazzamento per Letizia Tavormina che conquista il bronzo di categoria e per Salvatore Cirnigliaro che porta a casa il secondo posto nella categoria sm65.

Dopo questa tappa si accendono le sfide nella classifica del grand prix provinciale in vista delle ultime 4 prove. In zona podio vediamo Letizia Tavormina, distante dal primo posto di Carmen Cascone, che si allunga dall’inseguitrice Nancy Flavia. Nella categoria SM Marco Noto, Davide Guastella e Antonino Iozzia combattono per il podio insidiando Salvatore trapani. Noto sembra in netto vantaggio ma Guastella non sembra demordere e Iozzia sta rapidamente recuperando posizioni. Giovanni Cascone deve invece difendere il primo posto nella categoria SM35 da Salvatore Giarratana e Stefano Giurdanella.