Luca la Motta corre la famosa Pistoia-Abatone e Vince la “SUA” GARA!


A volte non ci si rende conto di quanto la corsa possa essere importante per gli sportivi e per i corridori. Anche se si tratta di persone comuni, appassionati e amatori, questo sport ti entra nelle vene e crea dipendenza. Si tratta di uno sport “semplice” e “puro”, servono solo un paio di buone scarpe e si entra subito nella sfida contro se stessi, ma quando poi ti coinvolge, non puoi più farne a meno.

Il vittoriese Luca la Motta è uno di questi. È un amatore che corre coi colori della No al Doping e in questi anni ha partecipato a parecchie gare fra locali e internazionali. Nel 2015 ha mosso i primi passi partecipando alle gare locali ma nel 2016 ha dovuto fermarsi per problemi fisici. Da quel momento sono cominciati i viaggi fra medici, massaggiatori e fisioterapisti alla ricerca di una diagnosi e di una terapia adatta che lo riportasse sulla strada. Come molti amatori la lontananza dalla strada, dalle corse e dagli amici è stato un duro colpo ma con la sua forza di volontà Luca è riuscito nel tempo, al costo di ricerche, visite mediche, terapie e allenamenti specifici, a risolvere il suo problema.

Domenica scorsa Luca ha corso la Pistoia Abetone, storica gara podistica sulla distanza di 50 km. Fermando il cronometro a 5 ore e 53 minuti e conquistando la 319esima posizione su 784 arrivati, Luca ha completato la gara in ottime condizioni e ha dimostrato che con la perseveranza, il coraggio e la forza di volontà è possibile affrontare gli ostacoli e superarli. È vero che ogni persona ha i propri limiti, ma l’uomo è chiamato a mettersi in gioco per scoprirli e riuscire a conviverci, trovando quell’equilibrio e quella forza che consente poi di conquistare i nuovi obiettivi e a soddisfare le proprie passioni.

Oggi tutti gli atleti-amatori della No al Doping sono fieri di Luca e del suo risultato. Un risultato che va al di la del valore sportivo e che ci racconta invece una storia che va ricordata e raccontata come esempio per affrontare le difficoltà e gli ostacoli di questa vita. Grazie Luca e complimenti.